Progetti sulla strada dei Tigli

Home / Progetti / Progetti sulla strada dei Tigli

La fase di passaggio dal contesto comunitario all’autonomia è molto delicata, un momento critico: si esce da un contesto di vita comunitario semplificato e protettivo per re-inserirsi in una realtà sociale molto più complessa ed articolata. Ciò richiede l’assunzione di maggiori responsabilità personali; nel caso di nucleo familiare o di diade mamma-bambino, si chiederà agli adulti un’importante assunzione di responsabilità anche dal punto di vista genitoriale, ed ai figli l’adeguamento a nuovi ritmi, abitudini, contesti.

Abbiamo pensato pertanto di offrire al territorio un servizio di accompagnamento verso l’autonomia, che si sta concretizzando nell’avvio di tre alloggi per l’autonomia (i primi due in tempi brevi ed il terzo entro giugno 2020):

  • la Casa di Giò, monolocale interno alla Casa dei Tigli, ancora inserito in contesto semi-protetto, pensato per un nucleo mamma-bambino come “ponte” per favorire il passaggio graduale dalla comunità Tiglio Giallo alla piena autonomia: la mamma avrà la possibilità di sperimentarsi nella quotidianità in alloggio indipendente, con cucina e servizi autonomi, garantendo al figlio continuità in ambito scolastico, sportivo, ricreativo in quanto potrà proseguire lo svolgimento delle attività avviate già durante il percorso comunitario. Anche gli operatori potranno testare la tenuta del nucleo e la capacità della mamma di affrontare la nuova esperienza di vita senza porre il figlio in situazioni di pregiudizio;
  • la Casa di Ersi, alloggio per l’autonomia in Brunate, destinato a nuclei mamma-bambino o adolescenti neo-maggiorenni, dove agli ospiti accolti verranno garantiti spazi di autonomia, beneficiando però dell’accompagnamento e del supporto educativo di operatori e volontari;
  • la Casa di Rico, alloggio per l’autonomia nella periferia di Como, destinato a neo-maggiorenni oppure a nuclei mamma-bambino o mamma-papà-bambino, dove gli ospiti si potranno sperimentare in un ambito territoriale più ampio, vario ed articolato.

Durante il percorso di autonomia ogni ospite verrà affiancato dal personale educativo per alcune ore settimanali, stabilite in base ai bisogni, allo scopo di aiutare l’adulto (neomaggiorenne o genitore) ad incrementare il livello di responsabilizzazione personale e/o genitoriale, a trovare un nuovo equilibrio organizzativo e relazionale, prestando particolare attenzione all’educazione finanziaria, all’orientamento lavorativo ed alla preparazione al reinserimento sul territorio in abitazione indipendente, o presso la famiglia d’origine; in quest’ultimo caso si terrà conto in modo particolare delle dinamiche relazionali tra i componenti della famiglia.